Masullo Medical Group

A cura del Dott. Vincenzo Masullo, tratta il problema della Calvizie ed il Trapianto Capelli.

Offerta Promozionale 200x200
 

Articolo Principale

Valutazione di penetrazione dei principi attivi per la cura dei capelli (Seconda Parte).

Valutazione di penetrazione dei principi attivi veicolati in una maschera per la cura dei capelli.


Valutazione-di-penetrazione-dei-principi-attivi-per-la-cura-dei-capelli-(Seconda-Parte)

Continua da: Valutazione di penetrazione dei principi attivi per la cura dei capelli (Prima Parte).

Una volta raggiunto facilmente il derma, la maggior difficoltà nel trattenere una molecola a questo livello è data dalla facilità con cui essa raggiunge il sistema circolatorio, in via teorica, ma certamente di complessa attuazione pratica soprattutto per quanto riguarda i cosmetici, si può ovviare alla facilità di penetrazione nel sistema circolatorio somministrando simultaneamente un vasocostrittore.

Utilizzando particelle con dimensioni comprese tra 3 e 10 millimicron si può determinare un selettivo rilascio alla ghiandola sebacea e all'unità follicolare.

Infatti particelle di dimensioni maggio-ri di 10 non possono penetrare nella cute e rimangono sulla superficie cutanea mentre quelle più piccole di 3 penetrano negli spazi intercellulari tra i cheratinociti.

Particelle di dimensioni intermedie, invece, hanno la dimensione giusta per penetrare esclusivamente attraverso l'infundibolo follicolare attorno al fusto pilifero (Figura 3).

Lutilizzo di sostanze facilitatrici che consentano il superamento della barriera rappresentata dallo strato corneo è ampiamente diffuso ma la ricerca di composti sicuri è estremamente importante perché essi possono determinare modifiche strutturali della cute, sia perché possono agire come solventi che solubilizzano i lipidi intercellulari sia perché colpiscono i desmosomi intercellulari o interferiscono con le attività metaboliche necessarie al mantenimento dell'integrità della barriera cutanea.

In tal modo si possono determinare reazioni immunitane indesiderate come irritazione, infiammazione o allergia.

Spesso poi si tratta di sostanze non specifiche che portano con sé anche ogni composto che sia abbastanza piccolo e lipofilo da penetrare (ad esempio profumi e conservanti nelle formulazioni cosmetiche).

Bisogna inoltre considerare le modifiche metaboliche e strutturali cui la cute può andare incontro e che possono fortemente condizionare la capacità di penetrazione (desquamazione, apoptosi cellulare, secrezione sudoripara e sebacea).

Certamente la via di passaggio intrafollicolare assume grande rilievo nelle zone ad alta densità follicolare ed in primis ovviamente a livello del cuoio capelluto.

Sebbene sia difficile studiare la penetrazione per via follicolare per mancanza di adeguati modelli animali, gli studi effettuati sulla penetrazione di corticosteroidi su cute nomiate e su cute cicatriziale (priva per definizione di annessi pilo sebacei) hanno dimostrato che l'unità pilosebacea rappresenta una significativa via di assorbimento.

Allo scopo di valutare la capacità di penetrazione, e quindi di efficacia, di una maschera sul cuoio capelluto abbiamo stu-diato una speciale formula di una maschera cosmetica formulata con specifici carriers che facilitano il passaggio transdermico, e contenente adenosina, taurina ed ornitina, da applicare sul cuoio capelluto per il trattamento di varie forme di caduta dei capelli (alopecia androgenetica, defluivo cronico, telogen effluvmm).

Questo tipo di prodotto presenta caratteristiche di praticità (facilità di applicazione, brevità del tempo di posa, facile rimozione con il lavaggio), garantisce una buona compliance del paziente anche perchè le caratteristiche cosmetiche del prodotto si sommano all'azione specifica dei principi attivi, determinando un miglioramento anche della qualità, pettinabilità e luminosità dei capelli.

L'aggiunta di facilitaton chimici in grado di aumentare l'assorbimento dei principi attivi consente di ridurre i tempi di applicazione del prodotto con grande vantaggio sulla praticità di utilizzo.

Il complesso di adenosina-taurina-ormtina svolge un'azione di stimolazione del ciclo di attività del capello, prolungando la fase anagen e riducendo la caduta, attraverso la diretta upregulation del VEGF (Vascular Endothdìaì Growth Factor) e la regolazione di recettori aminoacidici di membrana specifici della papilla dermica.

Materiali e Metodi

Il test ha avuto lo scopo di valutare e quantificare la capacità veicolante della maschera attraverso la cute del capillizio.

È stato scelto come marcatore una sostanza dotata di penetranza nota come lo zinco-pintione, aggiunta alla maschera alla concentrazione del 1%.

Sono stati testati dieci soggetti (1-10) di entrambi i sessi, volontari, sani, consenzienti a sottoporsi al test, non affetti da patologie sistemiche o locali del capillizio e dei capelli.

Il goal della ricerca era solo quello di valutare la capacità della maschera di veicolare principi attivi attraverso la cute.

Dopo 20 minuti di applicazione, i soggetti che testavano la maschera lavavano la cute con uno shampoo (per uniformità Adenosil shampoo) asportando ogni residuo di maschera.

L'esame di microscopia confocale, necessario per individuare lo zinco-piritione, è stato effettuato, per ogni soggetto, al tempo T0 prima del trattamento, e al tempo T1 (15 minuti), al T2 (1 ora) e T3 (24 ore) dopo il trattamento, in un'area cutanea in cui era stata posta la maschera (vertice dello scalpo).

In un gruppo di altri dieci soggetti (10-20) è stata effettuata una valutazione del grado di assorbimento cutaneo dello zinco piritione mediante applicazione in medicazione occlusiva (unguento con zinco piritione 1% in occlusiva per 24 ore) sullo scalpo per ottenere un campione di confronto della capacità di penetrazione percutanea dell'attivo con una tecnica standardizzata (unguento in occlusione).

Dopo le 24 ore dall'applicazione e dopo il test con microscopio confocale, ogni soggetto lavava la testa con lo stesso shampoo dell'altro gruppo.


Masullo Medical Group

Trapianto Capelli Napoli, Salerno, Roma
Centro Direzionale, Isola E7 Napoli Italia 800 14 55 23
Corso Garibaldi, 119 Salerno Italia 089 25 82 938
Via Degli Avignonesi, 16 Roma Italia 392 95 53 642