Masullo Medical Group

A cura del Dott. Vincenzo Masullo, tratta il problema della Calvizie ed il Trapianto Capelli.

Offerta Promozionale 200x200
 

Articolo Principale

Chirurgia tricologica e tricologia.

Chirurgia tricologica, quando la calvizie si è definitivamente instaurata e nessuna terapia può modificare lo stato dei nostri pazienti.


Chirurgia-tricologica-e-tricologia

La chirurgia tricologica ha iniziato ad interessarsi del problema della calvizie nella seconda parte del nostro secolo ma solo il progressivo perfezionamento delle metodiche che prevedono il trapianto dei capelli ha permesso di raggiungere risultati sempre più naturali e soddisfacenti tanto che questa correzione è oggi divenuta la più comune nel sesso maschile.

La calvizie interessa infatti il 60% degli uomini sotto i trenta anni ed il 70% degli uomini oltre questa età.

Anche le donne richiedono sempre più spesso questa metodica per diradamenti del capillizio costituzionali, patologici o successivi a particolari terapie.

La crescita di nuovi capelli in zone oramai irrimediabilmente calve è possibile solo con l'intervento di autotrapianto di capelli che garantisce un risultato permanente e definitivo perchè poggia su basi biologiche inoppugnabili: i bulbi piliferi della zona donatrice mantengono la loro capacità recettoriale una volta trasposti nella sede di ricezione.

L' intervento viene effettuato in anestesia locale e comprende due fasi:

1)prelievo delle unità follicolari dalla zona nucale
2)innesto di tali unità follicolari nella zona superiore diradata o calva.

Il nuovo concetto di unità follicolare U.F. nasce dalla constatazione che i capelli crescono in gruppi che condividono lo stesso apparato pilosebaceo, nervoso e vascolare; quindi le unità follicolari sono raggruppamenti di due, tre, quattro bulbi talvolta anche cinque o sei soprattutto nelle persone con chiome particolarmente ricche.

Il microtrapianto di unità follicolari (dall'inglese Follicular unit micrografting) ha permesso di superare i limiti delle precedenti tecniche, compreso l'inestetico "effetto bambola" (pluggy look) e di allargare il numero di candidati alla chirurgia della calvizie.

Questa procedura, di grande flessibilità, consente più di qualunque altra di ricreare o ridefinire la linea frontale e temporale in modo talmente naturale da rendere quasi impossibile la percezione che il soggetto si sia sottoposto a ripristino chirurgico.

Un risultato estetico finale cosi' soddisfacente viene reso possibile dalla qualità e dalla quantità degli innesti delle unità follicolari che la chirurgia tricologica d'avanguardia riesce a coniugare.

Fondamentalmente sono oggi due le procedure di prelievo alla base dell'autotrapianto:

1) l'escissione di una losanga occipitale di cuoio capelluto
2) il prelievo delle singole unità bulbari (procedura FUE, Follicular Unit Extraction), entrambe praticate sulla parte posteriore e/o laterale dello scalpo

L'escissione della losanga occipitale.rappresenta la tecnica di prelievo tradizionalmente più diffusa e prevede l'incisione con bisturi di un lembo di cute contenente il numero di U.F. necessari con successiva sutura.

Al microscopio il lembo cutaneo viene poi selezionato in unità follicolari (contenenti da 1 a 4 capelli) e unità multifollicolari (contenenti dai 3 ai 6 capelli ciascuna).

La creazione di unità follicolari molto piccole consente di poter utilizzare aghi sottili per allestire i siti di ricezione, così da non correre il rischio di danneggiare i follicoli vicini e provocare eccessivo danno vascolare.

La tecnica F.U.E. (il cosiddetto prelievo 'follicolare' mediante microaspiratore monobulbare) rappresenta oggi l'evoluzione della tecnica nell'autotrapianto.

Infatti la continua richiesta da parte di pazienti di ricorrere ad interventi sempre meno invasivi, sta orientando molti chirurghi ad utilizzare la tecnica del Follicolo – Estrazione o in associazione o come alternativa a quella tradizionale. Ciò infatti consente di evitare la presenza della cicatrice posta in regione occipitale, che può essere talvolta motivo di resistenza psicologica all'intervento di autotrapianto e da' la possibilita' ai pazienti piu' giovani che prospettano per il loro look un taglio di capelli quasi raso al cuoio capelluto.

La F.U.E. consente di prelevare delle singole unità follicolari dalla regione donatrice per poi inserirle con le stesse modalità della tecnica tradizionale nelle zone riceventi. Occorre un buon training formativo poiche' il prelievo delle singole U.F. richiede velocita' e precisione manuale onde evitare il danneggiamento del bulbo nel momento in cui si procede dal suo distacco all'ipoderma circostante. I tempi operatori sono comunque più lunghi in quanto il prelievo richiede più tempo.

La tecnica si rivela indispensabile nei pazienti con area donatrice molto rada, nelle forme più lievi di calvizie dove possono bastare 500 – 1000 bulbi.

Si tratta di una forma moderna di punch, cioè di microbisturi circolare in grado di prelevare segmenti minimi di cuoio capelluto contenenti uno o due bulbi.

E' un metodo valido per ridurre le stempiature ma poco adatto quando si voglia rinfoltire una zona ampia: in questi casi prima di raggiungere un risultato soddisfacente dovranno essere effettuate varie sedute a distanza tra loro di qualche mese, durante le quali si arriva a impiantare anche piu' di 2000 bulbi.

In conclusioner possiamo dire che, l'affinamento e la personalizzazione da parte dei chirurghi delle varie procedure esistenti ha portato alla continua messa a punto di tecniche individuali, divulgate poi attraverso pubblicazioni e congressi dedicati, ma su un punto tutti i chirurghi sono sempre concordi, di procedere nei primi millimetri della zona frontale (praticamente il 5 – 10% del totale dei capelli da trapiantare) con la tecnica di micrografting.

Per il resto la scelta è discrezionale: dal trapianto totale (autotrapianto di unità follicolari) al micro/minitrapianto, agli innesti combinati (slot punch) agli innesti lineari.


Masullo Medical Group

Trapianto Capelli Napoli, Salerno, Roma
Centro Direzionale, Isola E7 Napoli Italia 800 14 55 23
Corso Garibaldi, 119 Salerno Italia 089 25 82 938
Via Degli Avignonesi, 16 Roma Italia 392 95 53 642