Cos’è la Creatina e qual’è la correlazione con la caduta dei capelli

L’uso di Creatina può sicuramente essere menzionato tra le componenti dannose per la salute del capello, ma certamente non può essere considerato l’unico responsabile.

Pubblicato da  Vincenzo Masullo  il 28 Luglio 2023
Cos’è la Creatina e qual’è la correlazione con la caduta dei capelli

Che cos’è la Creatina?

La Creatina monoidrato (forma più comune) è una sostanza che ricopre un ruolo fondamentale nella contrazione muscolare ed è, di conseguenza, l’integratore maggiormente utilizzato nel mondo del fitness, diffuso per lo più tra i bodybuilders.

Strutturalmente, la Creatina è una combinazione di tre diversi amminoacidi: glicina, arginina e metionina. Viene prodotta dal nostro stesso organismo, sebbene in percentuali così basse che da sole non riescono a espletare al massimo la funzione per cui è conosciuta. Può essere assunta anche attraverso la normale alimentazione, principalmente tramite il consumo di carne di maiale, di manzo e di pollo, aringhe, salmone e tonno.

Qual è il meccanismo d’azione della Creatina?

La Creatina favorisce il riciclo dell’adenosina trifosfato (ATP), la cosiddetta energia cellulare, e riesce in tal modo a fomentare l’attività delle cellule cerebrali e muscolari, fondamentali per il funzionamento fisiologico del nostro organismo.

Molto spesso l’aumento di energia corporea si traduce in aumento della massa muscolare che migliora prestazioni e forza, motivo per il quale questo derivato amminoacidico viene appunto utilizzato da molti sportivi di un certo livello.

Recenti ricerche, ancora, hanno dimostrato il suo ruolo significativo in fasi di notevole impiego cognitivo, in quanto è in grado di diminuire la fatica mentale e potenziare la memoria.

Effetti positivi della Creatina

  • Aumenta i livelli di energia delle cellule muscolari; 
  • Migliora la massa muscolare e le prestazioni atletiche. Oltre a migliorare le prestazioni fornendo energia, la Creatina altera anche la formazione della massa muscolare migliorandola e diminuendo i livelli di miostatina, un ormone responsabile della diminuzione del volume muscolare. Alcune ricerche confermano che la creatina migliora le prestazioni atletiche del 15%;
  • Può alleggerire la sintomatologia tipica del morbo di Parkinson, patologia causata da una diminuzione dei livelli di dopamina, che causa tremori, disturbi del linguaggio, perdita della funzione muscolare o, peggio, morte delle cellule cerebrali. Molti studi hanno dimostrato che, nei topi, una maggiore concentrazione di Creatina ha portato a un aumento del 90% dei livelli di dopamina;
  • Rallenta lo sviluppo delle malattie neurologiche. Una delle principali cause di difetti neurologici è l’esaurimento della fosfocreatina nel cervello. Secondo uno studio sui topi, l’uso della Creatina potrebbe rallentare la progressione dell’ictus ischemico, del morbo di Alzheimer e di altri problemi neurologici.

Come si assume la Creatina?

Al di là dell’alimentazione quotidiana, molti preparatori atletici consigliano un’assunzione extra di Creatina, che avviene solitamente mediante integratore in polvere o in compresse. Generalmente la somministrazione di Creatina risulta sicura purché siano rispettati i limiti della razione giornaliera e del tempo di utilizzo. Negli adulti, il range di sicurezza è stimato intorno ai 25 grammi al giorno.

Ovviamente la giusta posologia deve sempre essere affidata ad uno specialista, che saprà consigliare la dose idonea al soggetto in esame, evitando spiacevoli effetti collaterali

Effetti avversi della Creatina

Una somministrazione smodata e prolungata di questo integratore, infatti, potrebbe causare alcuni effetti indesiderati. Tra questi, i piu frequenti sono:

  • Possibile caduta dei capelli
  • Ritenzione idrica
  • Crampi muscolari
  • Fatica
  • Nausea
  • Aumento di peso
  • Dolore gastrointestinale
  • Disidratazione
  • Febbre
  • Intolleranza al calore
  • Vertigini

Visto il largo consumo (spesso purtroppo senza alcun controllo) di tale proteina tra gli sportivi, sono proprio quest’ultimi ad avvertire più spesso disagi tricologici e a chiedersi se l’assunzione costante di Creatina possa essere legata in qualche modo al peggioramento e alla perdita dei capelli.

Correlazione tra creatina e perdita dei capelli

Ad oggi, sono in corso diversi studi che concentrano la loro attenzione sul possibile collegamento causa-effetto tra Creatina a caduta dei capelli. I problemi tricologici rappresentano una piaga già molto diffusa al momento, perciò capirne ulteriori cause o con-cause e rimedi, potrebbe sicuramente ridurre la percentuale di incidenza.

Le evidenze ottenute finora sull’argomento raccontano di una netta correlazione tra elevati livelli di Creatina nel sangue e l’aumento della produzione di un ormone, il Diidrotestosterone (DHT), che nei soggetti predisposti viene “trasformato” da un enzima, il 5 Alfa Reduttasi, partendo dal testosterone libero. Il DHT, che sappiamo essere il responsabile accertato dei principali problemi di Calvizie, può legarsi ai recettori dei follicoli piliferi sensibili, alterandone il ciclo vitale e causandone la riduzione e l’atrofia: il risultato di questa azione dannosa del DHT sarà il peggioramento progressivo in termini di qualità, quindi parliamo di spessore e densità dei bulbi per cm², che si traduce in una inevitabile caduta irreversibile e diradamento delle chiome.

A tal proposito, uno studio del 2009, riportato dal Clinical Journal of Sport Medicine, ha coinvolto 20 giocatori di rugby per un periodo di 3 settimane. Divisi in 2 gruppi, al primo è stato somministrato un placebo, al secondo una dose di 25 g al giorno di Creatina per i primi 7 giorni, e nelle successive 2 settimane la dose di 5g al giorno.

Apparentemente i risultati non hanno mostrato significative differenze estetiche tra i 2 raggruppamenti, ma nei giocatori a cui era stata somministrata la Creatina il DHT risultava effettivamente aumentato del 56% al settimo giorno, e del 40% al giorno 21.

Grazie a questo e ad altri studi, si può ipotizzare quindi che esista una diretta correlazione tra l’assunzione prolungata di Creatina e la caduta dei capelli, e che essa agisca soprattutto a livello dell’enzima 5 alfa, deputato alla conversione del testosterone nel temuto DHT.

È chiaro che per ottenere evidenze ancora più certe, bisogna che le osservazioni scientifiche continuino incessantemente, per definire al meglio i meccanismi coinvolti e, perché no, trovare anche un rimedio a questi effetti dannosi sui capelli.

Conclusioni

In definitiva, i dati ottenuti nei numerosi anni di studio ci dicono che l’uso di Creatina può sicuramente essere menzionato tra le componenti dannose per la salute del capello, ma certamente non può essere considerato l’unico responsabile.

Negli approfondimenti precedenti abbiamo già più volte chiarito che circa l’80% della popolazione mondiale maschile (e circa 45% femminile) è affetta da Calvizie, nello specifico da Alopecia Androgenetica, disturbo in cui la caduta dei capelli presenta alla base una componente genetica ed ereditaria, che predispone il soggetto a “ricevere” quella determinata azione dannosa messa in atto dal DHT.

In aggiunta, anche stress e sforzi fisici, abitudini quotidiane non salutari, contribuiscono allo stile di vita frenetico tipico delle nostre generazioni.

Ebbene, anche nel caso della Creatina, il discorso non è così semplice o netto: certo, abbiamo visto che è ormai esiste un’evidenza scientifica che collega l’amminoacido al benessere dei capelli ma ogni caso va studiato come se fosse indipendente dagli altri. Di sicuro, la maggiore diffusione della problematica in soggetti particolarmente avvezzi all’attività sportiva di un certo livello pone un grande interrogativo nel mondo della cura delle Calvizie.

Pertanto, come ricordo sempre, è fondamentale rivolgersi ad esperti del settore per valutare l’eventuale assunzione di questa molecola: decidere in autonomia o trascurare tutte le variabili potrebbe rivelarsi catastrofico, visto che la possibilità di effetti avversi in questi casi è molto elevata. 

offerta-trapianto-capelli-mob

Promozione 200x200

Offerta promozionale 200x200. Propone di effettuare un vero Trapianto di Capelli FUE su una piccola "Area Test".

Vai all' Offerta
Sei interessato?

    Articoli correlati

    4 Ottobre 2019

    Effetti degli Anabolizzanti sui Capelli

    Sentiamo spesso parlare di anabolizzanti e del ruolo che essi hanno soprattutto nell'ambito del...

    leggi di più
    12 Maggio 2023

    Calvizie Maschile

    Oggi affrontiamo l’argomento “Calvizie”, una semplice parola che cela però tanti dubbi e...

    leggi di più
    8 Luglio 2022

    Alopecia Androgenetica

    Cos'è l'alopecia androgenetica? L'alopecia Androgenetica, è un problema che affligge...

    leggi di più
    Masullo Medical Group

    Da oltre 30 anni ci occupiamo di Tricologia e Trapianto di Capelli. Siamo specializzati in Autotrapianto di Capelli con tecnica FUE. Richiedi una visita tricologica completamente gratuita e riacquista con noi la tua sicurezza.